close
IMM.MAKAKO3

Zona TOP SECRET – Come avrete ormai capito sono una appassionata di speakeasy, secret bar, chiamateli come volete… Saranno gli anni 20 e 30, che rappresentano l’epoca del proibizionismo, ad affascinarmi tanto per lo stile, la musica… Sarà il senso di mistero, il ritorno ai cocktail a base whisky… Fatto sta che da tre anni a questa parte vado alla ricerca dei cocktail bar più nascosti e ricercati di tutta Europa e non solo.

Londra è piena di questo genere di posti, MILANO invece, seppur ha moltissimi locali e bartender incredibili, scarseggia sul fronte secret bar e se ne trovano davvero pochi. Sono stata dunque felicissima di scoprire il THE SILENT MAKAKO, reale e autentico speakeasy! Sono entrata infatti in un anonimo portone, come quello di un qualsiasi palazzo, perciò chi non lo conosce non può assolutamente immaginare dove si trovi.

C’è una parola d’ordine che cambia ogni settimana per accedere al salotto del Makako e che viene comunicata dallo stesso al momento della conferma della prenotazione. Quest’ultima è obbligatoria ed è possibile mandare una richiesta via email che il Makako deciderà di accettare o declinare.

Eh si, il Makako è selettivo e generalmente vuole sapere come sei venuto a conoscenza del locale, d’altronde si deve fidare: il principio base che ho imparato dai veri secret bar è che devi essere affidabile, rispettare le regole, quindi non rivelare l’indirizzo del luogo ad altre persone, a meno che sia tu a portarle ovviamente.

Dalla pagina Facebook si possono leggere le regole del locale e quella che più mi colpisce dice: “Qui non c’è democrazia. Il Makako ha sempre ragione!” 🙂

Ero molto curiosa di conoscerlo infatti e devo dire che è una persona davvero interessante, che ha tanto da raccontare, un’artista a tutti i livelli. Non aggiungo altro, così lascio un alone di mistero e stuzzico il vostro interesse…

Quello che posso dire è che il Makako è estremamente competente e professionale per quel che riguarda i cocktail, oltre al fatto che sono stata accolta e trattata benissimo da tutto lo staff.

Una delle cose che più mi ha stupito in senso positivo, è che sentivo di essere in un luogo esclusivo ma non rigido e “impostato”, al contrario mi sono sentita come a casa! Tanto che, nonostante avessi programmato di far visita al locale per una o due ore al massimo, sono rimasta per ben quattro ore! Ho apprezzato molto la loro gentilezza e l’attenzione che hanno nei riguardi dei clienti, nonchè la loro discrezione.

Ma è arrivato il momento di parlare dei drink!

Il The Silent Makako può essere definito un Craft cocktail bar, dove regna dunque l’artigianalità. I drink, infatti, sono costituiti da infusioni e sciroppi homemade, come l’infuso di menta o il mix di bitter speziato.

Ingredienti di prima qualità, distillati ricercati ma soprattutto sapori autentici, poco costruiti, nonostante ci siano spesso abbinamenti particolari. Il sapore che ne risulta è puro ma sofisticato e innovativo al tempo stesso.

In particolare io ho assaggiato due cocktail, entrambi creazioni del Makako, i quali mi sono piaciuti moltissimo e che potete vedere nelle foto (sopra e sotto):

  • Acqua di… a base di vodka
  • S.M. Hot con mix di rum speziati

Aperto tre giorni a settimana, il The Silent Makako ha una sera dedicata agli amanti del sigaro dove viene proposta una selezione di ottimi sigari cubani originali, ma che si possono degustare anche durante le altre serate.

Penso di avervi dato una generale overview di questo bar segreto, un assaggio… Il resto lo dovrete scoprire voi! E se riuscirete ad accedere al salotto del Makako non dimenticate di raccontarmi le vostre impressioni ed esperienze! 😉

The Silent Makako

indirizzo da scoprire

thesilentmakako@gmail.com

Mercoledì 19:00 – 01:00

Venerdì-Sabato 22:00 – 03:00

Review overview

DRINK 9.8
LOCATION 9.5
SERVIZIO 10
RAPPORTO QUALITà PREZZO 10

Summary

9.8 tech score

Tags : cocktailbarscocktailscraftdrinkmilansecretbarspeakeasy

Leave a Comment